Criptovalute, Alternativa Libera: Exchange opportunità per il nostro Paese

“Mentre nel resto del mondo sono già regolamentate piattaforme di scambio tra Bitcoin e valute correnti, in Italia c’è un vuoto normativo che produce uno svantaggio competitivo per il nostro Paese che non può sfruttare le opportunità offerte dal mercato delle monete elettroniche.

Ci siamo lasciati a novembre con la promessa che avremmo organizzato nel più breve tempo possibile un evento sul tema delle “Criptovalute e degli Exchange”; per questo il 1° febbraio 2017, alle 14:30,  nella Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in Via del Seminario n. 76 a Roma, ci sarà un secondo incontro dal titolo: “Criptovalute – Exchange: Opportunità per il sistema Italia”.

Questo importante evento, intende essere un momento di dialogo fra l’ecosistema delle Criptovalute, con particolare attenzione agli Exchange e il mondo della Politica, troppo spesso indifferente nell’affrontare le sfide per il futuro del Paese.

A parlare delle opportunità offerte dagli Exchange ci saranno: il deputato di Alternativa Libera, Marco Baldassarre, Stefano Capaccioli di Coinlex, Giuseppe Grisorio di Bitcoin Foundation Puglia, Giorgio Maria Mazzoli dello Studio Vinti & Associati, Andrea Medi di The Rock Trading e Giancarlo Russo di Neutrino.

In sala saranno presenti politici, rappresentanti del Ministero dell’Economia e della Guardia di Finanza, appassionati, imprenditori,  tecnici e giovani strart-upper, giornalisti del mondo economico nonché esperti di sicurezza.

L’incontro avrà come obiettivo quello di creare un momento di confronto nel cercare insieme una soluzione, mettendo eventualmente nero su bianco una prima bozza di  proposta di legge che vada ad indicare le strade percorribili per la regolamentazione degli Exchange, tenendo ben presente  i temi legati all’anti-riciclaggio, alla lotta all’evasione e al contrasto dei finanziamenti illeciti”.

Rende noto un comunicato dell’ufficio stampa del gruppo di Alternativa Libera, alla Camera dei Deputati.

Condividi

Aggiungi un commento