Abu Omar, Alternativa Libera-Possibile: “Urgente approvare il reato di tortura”

Tortura“La Corte di Strasburgo ha condannato oggi l’Italia per le torture inflitte all’imam Abu Omar dopo essere stato rapito a Milano nel corso di un’operazione di extraordinary rendition nel 2003. Si tratta dell’ennesimo caso in cui il nostro paese viene sanzionato per una condotta inaccettabile in uno Stato di diritto.

Nonostante ciò, a tutt’oggi, l’Italia non ha ancora approvato una legge che introduca nell’ordinamento il reato di tortura, visto che la norma giace impantanata da mesi al Senato, senza che il Governo si preoccupi di far fare al paese un passo avanti sostanziale per la tutela dei diritti umani.

Sarebbe auspicabile, anche alla luce di quest’ultima condanna, che il Parlamento si sbrigasse ad adeguare la tutela dei diritti ai principi di civiltà”. Lo affermano i deputati di Alternativa Libera-Possibile; Marco Baldassarre, Andrea Maestri, Massimo Artini, Eleonora Bechis, Beatrice Brignone, Pippo Civati, Toni Matarrelli, Luca Pastorino, Samuele Segoni e Tancredi Turco.

Condividi

Aggiungi un commento