Acqua, Segoni: “No ad una proposta di legge che mercifica un bene comune! Si rispetti l’esito del referendum 2011”

Samuele Segoni

“Siamo contrari a questa proposta di legge. Il referendum del 2011 sancì che l’acqua è un bene primario, che non deve essere mercificata e non deve dare adito a lucro e generare profitti.

I governi successivi non solo non recepirono l’esito di quel referendum, ma addirittura lo aggirarono con varie leggi finché, in questa legislatura, un intergruppo parlamentare tra varie forze politiche ha depositato questa proposta di legge, redatta dal forum dei comitati per l’acqua bene comune.

Già in Commissione, però, la proposta di legge è stata stravolta dalla maggioranza che si è presa la responsabilità di averlo fatto, prendendo un bene pubblico come l’acqua e dando la possibilità di poterlo gestire, ad esempio, a delle multi-utility quotate in borsa che hanno uno scopo ben chiaro: assicurarsi lauti guadagni dalle bollette pagate dai cittadini, spremuti come limoni”.

Lo afferma il deputato di Alternativa Libera, Samuele Segoni, intervenendo nell’aula della Camera per annunciare il voto contrario del suo gruppo alla legge sul servizio idrico.

Condividi

Aggiungi un commento