AL-Possibile: “Cancellare reato immigrazione clandestina. No alla sostituzione della Bossi-Fini con legge Orlando-Alfano”

Immigrazione clandestinaCondividiamo le parole del primo presidente della Suprema Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, che inaugurando l’anno giudiziario ha sottolineato come contro l’immigrazione clandestina ‘la risposta sul terreno del procedimento penale si sia rivelata inutile, inefficace e per alcuni profili dannosa’.

Quella del reato di immigrazione clandestina è una fattispecie che va cancellata quanto prima e il Governo farebbe bene ad attenersi a quanto previsto dal Parlamento, quando gli conferì la delega per agire in tal senso.

Per questo il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, smetta di blaterare come ha fatto oggi all’inaugurazione dell’anno giudiziario parlando di ‘superamento del reato di clandestinità’ e agisca. Dire, come ha fatto il Guardasigilli oggi ‘ci adopereremo nel quadro di una ridefinizione delle regole che disciplinano il fenomeno migratorio per il superamento del reato di immigrazione clandestina’ è l’inevitabile conseguenza dell’innaturale matrimonio tra le posizioni di NCD e del Partito Democratico.

A questo punto, speriamo di non dover assistere alla sostituzione di una legge Bossi-Fini con una legge Orlando-Alfano. Perché  continuare a prevedere il reato di immigrazione clandestina è una bufala, inutile e costosa, che fa lavorare a vuoto i Tribunali e che per di più non fa paura a nessuno perché è privo di effettività”.

Lo affermano i deputati di Alternativa Libera-Possibile, Tancredi Turco, Andrea Maestri, Pippo Civati, Massimo Artini, Marco Baldassare, Eleonora Bechis, Luca Pastorino, Samuele Segoni, Beatrice Brignone e Toni Matarrelli.

Condividi

Aggiungi un commento