AL-Possibile: “Quattro ministeri non rispettano prescrizioni ANAC su trasparenza, 411 indagati nel 2015”

ANAC“Il 30% dei ministeri con portafoglio non rispetta le prescrizioni ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione in materia di trasparenza.

Infatti, con una comunicazione ufficiale dello scorso 11 dicembre, l’Authority guidata da Raffaele Cantone ha stabilito la data del 15 gennaio 2016 come termine ultimo per la pubblicazione della relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione, ma ad oggi (18 gennaio 2016) quattro dicasteri, sui 13 con portafoglio, non hanno rispettato tale obbligo.

Si tratta del ministero dell’Economia guidato da Pier Carlo Padoan, quello della Giustizia guidato da Andrea Orlando, il ministero degli Esteri guidato da Paolo Gentiloni Silveri e da quello dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo guidato da Dario Franceschini.

Non si tratta certo di un buon esempio per un Governo che dice di voler cambiare il paese e che, stando ai dati pubblicati dai ministeri in regola con le prescrizioni dell’ANAC, ha seri problemi di legalità visto che, il numero complessivo di dipendenti ministeriali sottoposti nel 2015 a procedimento disciplinare per fatti penalmente rilevanti ammonta a 411 unità”.

Le denunciano i deputati di Alternativa Libera-Possibile, Marco Baldassarre, Pippo Civati, Massimo Artini, Luca Pastorino, Samuele Segoni, Andrea Maestri, Eleonora Bechis, Beatrice Brignone, Tancredi Turco e Toni Matarrelli.

Guarda il video per vedere i siti dei Ministeri inadempienti.

Condividi

Aggiungi un commento