Alternativa Libera raggiunge il primo target: con Siracusa, sono trenta le associazioni costituite

Mappatura_AL_2016_06_09L’altro ieri, con la nascita di Alternativa Libera Siracusa, abbiamo raggiunto un traguardo importante: la trentesima associazione di Alternativa Libera.

Non è importante solo perché è una “cifra tonda”. È importante perché abbiamo raggiunto il primo di due obiettivi ambiziosi che ci eravamo dati alla costituzione di Alternativa Libera: arrivare a trenta associazioni presenti in tredici regioni italiane. Che significa: essere in tanti, presenti su tutto il territorio, per poter affermare “Bene, adesso non siamo soltanto una componente parlamentare ma siamo una forza politica di rilievo nazionale radicata sul territorio”.

Per quanto riguarda le regioni, siamo ad undici su tredici. Quando anche il secondo obiettivo sarà centrato, inizierà l’ultima fase della costituente di Alternativa Libera: le associazioni metteranno mano allo statuto e alla linea politica di AL proposti dai parlamentari e li potranno modificare, integrare, emendare e migliorare.

Ogni proposta verrà votata democraticamente col meccanismo “un’associazione, un voto”, in modo da garantire partecipazione, trasparenza nei processi decisionali e rappresentatività dei territori e della base.

Le regioni che ancora mancano all’appello sono: Valle d’Aosta, Liguria, Emilia Romagna, Sardegna, Umbria, Marche, Molise, Basilicata, Calabria.

Chi ci segue, osserva o supporta da una di queste regioni, ha una grande opportunità: costituendo un’associazione può dare il via alla fase conclusiva del processo costituente di Alternativa Libera, parteciparvi attivamente e trasformare un movimento fondato da dei parlamentari nell’unica forza politica di rilievo nazionale nata effettivamente dal basso tramite un processo partecipativo.

Ora che abbiamo fatto trenta, beh, facciamo trentuno!

Condividi

Aggiungi un commento