Artini: “ANAC boccia la ‘Buona Scuola’, il Governo modifichi subito la legge”

ANAC“Avevamo denunciato le storture della ‘Buona Scuola’ già a luglio, in fase di approvazione, perché si prorogavano illegalmente appalti per centinaia di milioni di euro e perché tra i beneficiari del provvedimento ci sono anche cooperative finite nelle maglie dell’inchiesta di Mafia Capitale.

Ora arriva la bocciatura della legge da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) perché ‘Le scelte normative implementate mediante la richiamata disciplina (…) hanno comportato l’affidamento di servizi in deroga alla disciplina nazionale ed europea sugli appalti, sottraendo al libero confronto concorrenziale commesse pubbliche, anche di rilevanza comunitaria, per un ampio arco temporale, su tutto il territorio nazionale.

In altri termini, con specifico riferimento ai servizi di pulizia nelle scuole, il contesto normativo ha contribuito alla restrizione delle condizioni del mercato di riferimento e al consolidarsi delle posizioni degli incumbent’.

Alla luce dei rilievi ANAC, riteniamo essenziale che l’esecutivo si assuma le proprie responsabilità e proponga subito al Parlamento un testo che modifichi il provvedimento, come sollecitato anche dall’Autorità presieduta da Raffaele Cantone che segnala ‘la necessità di un intervento urgente affinché la gestione dei servizi sia ricondotta nell’alveo delle ordinarie procedure di affidamento previste dal Codice dei contratti pubblici e che non si ricorra, per il futuro, all’utilizzo di sistemi derogatori, come le proroghe ex lege, comunque inidonei a risolvere rilevanti problematiche sociali’”.

Lo afferma il deputato di Alternativa Libera, Massimo Artini.

Condividi

Aggiungi un commento