Cambiamenti climatici, Segoni: “Il Governo è senza strategia, i fatti lo inchiodano”

Glacier calving, Monaco Glacier, Liefdefjorden, Spitsbergen, Norway.

“Signor ministro lei, nel suo discorso, ha espresso concetti che sono anche nostri. Noi però non dobbiamo giudicare le parole ma i fatti, e i fatti inchiodano alle proprie responsabilità il suo ministero, il governo e questa maggioranza. Sul tema dei cambiamenti climatici non si può stare con un piede in due staffe, ma bisogna fare una scelta di parte.

I fatti dell’ultimo anno sono chiari: avete investito in fonti fossili, avete ammazzato il fotovoltaico, avete ostacolato il pellet con l’aumento dell’IVA perché era diventato troppo competitivo rispetto al gas, state ritardando le linee guida per sviluppare una geotermia ecosostenibile e in questa legge stabilità non c’è traccia di un finanziamento ad un piano organico per il contrasto al cambiamento climatico. Questa è la verità”.

Lo ha affermato Samuele Segoni, deputato di Alternativa Libera – Possibile e membro della commissione Ambiente, nel corso del suo intervento in aula in risposta alle comunicazioni del ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti sulla conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici COP21.

“Nella nostra risoluzione (clicca qui per visualizzare il testo completo) suggeriamo delle proposte per riconvertire l’Italia e farla entrare a testa alta nel terzo millennio. È una vera e propria occasione per generare più occupazione, salute, ambiente, sovranità energetica e benessere diffuso. Non lasciamocela sfuggire”, conclude Segoni.

Condividi

Aggiungi un commento