Camorra, Alternativa Libera: “Grasso e Boldrini sospendano Sarro dai suoi incarichi”

SarroPuò un deputato sulla cui testa pende una richiesta di arresto perché accusato di turbativa d’asta aggravata e di aver agevolato clan della Camorra decidere come modificare il codice delle leggi antimafia? A nostro avviso no.

Ferma restando la presunzione di innocenza e l’autonomia del singolo parlamentare di stabilire l’opportunità politica di un gesto come le dimissioni, il gruppo di Alternativa Libera chiede ai Presidenti Boldrini e Grasso se non sia il caso di procedere alla sospensione dell’onorevole Carlo Sarro dall’incarico di vicepresidente della Commissione Giustizia e da membro della Commissione Bicamerale Antimafia in virtù delle accuse formulate a suo carico e della richiesta d’arresto pervenuta a questo ramo del Parlamento da parte della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Ricordiamo alla presidente Boldrini che tra i provvedimenti in corso di esame in Commissione Giustizia, di cui Sarro è vicepresidente, c’è proprio una proposta di legge che reca modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale, di cui al decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271, e all’ordinamento giudiziario, di cui al regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12.

Clicca qui sotto per leggere il testo della lettera inviata dalle deputate e dai deputati:

Scan

Condividi

Aggiungi un commento