Castiglione, Mucci: “Serve un passo indietro. Bene le mozioni delle opposizioni”

Il Neo Sottosegretario alle Politiche Agricole Giuseppe Castiglione a Palazzo Chigi durante il giuramento. Roma 03/05/2013. ANSA/GIUSEPPE LAMI

“Fermo restando il principio della presunzione di innocenza, fondamento dello Stato democratico, e separando il piano giudiziario, in quanto autonomo e indipendente, la vicenda del Sottosegretario Castiglione rappresenta una questione che interroga le istituzioni e la politica.

Il Sottosegretario, indagato all’interno dell’inchiesta sul C.A.R.A. di Mineo, si difenderà nelle sedi preposte, dunque la giustizia farà il suo corso, con i suoi tempi e le sue modalità. Altra cosa è il piano delle responsabilità politiche che, visto anche l’impatto sociale avuto dall’inchiesta, devono essere tenute in massima considerazione.

Chi riveste un incarico all’interno dell’esecutivo non può consentire che alcuna ombra si addensi sul suo ruolo e lavoro. Per questo, giustamente, le mozioni presentate chiedono un passo indietro al Sottosegretario oppure una decisione da parte del Governo.

A prescindere dall’eventuale responsabilità penale dell’onorevole Castiglione, cioè dagli sviluppi futuri di una vicenda giudiziaria specifica, e fermo restando il principio della presunzione di innocenza, si pone in modo pressante il tema della salvaguardia delle istituzioni nel loro prestigio e nella loro dignità. Proprio questo tema è ciò che siamo chiamati a difendere nell’interesse di tutti”.

Lo afferma in una nota Mara Mucci, deputata di Alternativa Libera.

Condividi

Aggiungi un commento