De Gennaro, Artini e Prodani: “Risoluzione in Commissione per la sua rimozione”

G8-di-Genova-De-Gennaro-Mortola-assolti-dalla-Cassazione-638x425“La sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo suona da monito al nostro Parlamento che ha l’obbligo, politico e morale, di porre fine a questo assurdo giuridico e democratico: l’assenza del reato di tortura nel nostro codice penale.

Oltre a questo, impone all’attenzione politica il tema del ruolo rivestito da Gianni De Gennaro, ex capo della Polizia di Stato ai tempi del G8 di Genova e, oggi, presidente di Finmeccanica. Un ruolo che, come ho avuto modo di sottolineare nel luglio 2013 in un’interrogazione al Governo, non doveva proprio arrivare a ricoprire.

Per questo, oggi, presenteremo una risoluzione in Commissione Attività Produttive che impegna il Governo alla rimozione del presidente di Finmeccanica. Data la sensibilità dimostrata sul tema dal PD e da altre forze parlamentari, chiediamo l’immediata calendarizzazione e discussione in Commissione.

In qualsiasi paese saldamente democratico, infatti, De Gennaro avrebbe concluso la sua carriera nel luglio 2001, conseguentemente ai fatti drammatici di Genova, avendo una responsabilità istituzionale rispetto a quanto compiuto dalle forze di polizia poiché a capo di queste stesse”.

Lo affermano Massimo Artini, deputato di AL e vicepresidente della Commissione Difesa, e Aris Prodani, membro della Commissione Attività Produttive.

Condividi

Aggiungi un commento