Difesa, Artini: “Sugli F-16, il ministro Pinotti prende in giro il Parlamento ed il Paese”

“Il Ministro Pinotti, in merito alla fornitura all’Egitto di pezzi per F-16, ha specificato che si tratta di una cooperazione per operazioni di addestramento. Ci chiediamo se ci sia, da parte del Ministro, la volontà di prendere in giro parlamentari e Paese.

È un fatto grave, anche alla luce delle vaghe e inusuali dichiarazioni della settimana scorsa. Si tratta infatti di un tipo di velivolo impiegato dalle forze aeree egiziane negli attacchi in Libia e in Yemen, condotti senza alcuna autorizzazione dell’ONU”.

Lo afferma Massimo Artini, deputato di Alternativa Libera e vicepresidente della Commissione Difesa, che aggiunge: “La vicenda degli F-16 è una ulteriore circostanza da chiarire che si aggiunge al Libro Bianco e al DPP (Documento Programmatico Pluriennale per la Difesa), che ignora completamente le richieste del Parlamento, perché si confermano le pianificazioni precedentemente impostate sul progetto F-35.

Avanziamo quindi richiesta che il Ministro venga audito, in un’ampia sessione, dalla Commissione Difesa, al fine di verificare la pertinenza delle scelte compiute dal Governo, anzi dall’amministrazione della Difesa, rispetto a quanto votato dal Parlamento nel settembre 2014”. 

Condividi

Aggiungi un commento