Droga, Alternativa Libera: “Sulla Conferenza ONU di aprile il Governo lavori sul mandato del Parlamento”

ONU“Anche se scontiamo l’assenza di un sottosegretario delegato alle Politiche Antidroga, siamo parzialmente soddisfatti della risposta ottenuta dal sottosegretario Antonello Giacomelli alla nostra interpellanza su quali iniziative e proposte intende assumere il Governo in merito alla preparazione della sessione speciale dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGASS) sulle droghe, che si svolgerà dal 19 al 21 aprile 2016.

Siamo soddisfatti che il 4 marzo si sia tenuta sul tema una riunione a Palazzo Chigi di cui Giacomelli ci ha ampiamente parlato in aula ma riteniamo sia giusto che questo dibattito, giacché siamo ormai a quasi un mese e mezzo dalla Conferenza, venga trattato non solo nei dipartimenti della Presidenza del Consiglio ma anche in Parlamento.

Per questa ragione, Alternativa Libera sta valutando l’opportunità di presentare la prossima settimana una risoluzione nella competente Commissione, che riteniamo essere il luogo più adatto in cui discutere il tema affinché il Parlamento possa dare un chiaro mandato al Governo per arrivare alla Conferenza al Palazzo di vetro con una linea chiara.

Ci domandiamo, però, cosa succederà dopo la riunione di aprile all’ONU? È necessario riprogrammare e riprogettare un lavoro per il 2019, comprendendo contemporaneamente la necessita di concentrarsi su questa riunione all’ONU e la Conferenza nazionale; lavorare per la convocazione della Conferenza Nazionale sulle Droghe e inviare quella relazione, che spero il Governo voglia estendere in una maniera più chiara, al Parlamento”.

Lo affermano Massimo Artini e Eleonora Bechis, deputati di Alternativa Libera.

Condividi

Aggiungi un commento