Elezioni in Spagna, Mucci: “Segnale di frattura fra la politica dell’Unione Europea ed i cittadini”

MucciL’Unione Europea è scossa da questi terremoti elettorali, ma l’impressione è che purtroppo non cambi nulla. Le elezione in Spagna fanno emergere una contrapposizione fra la politica dell’Unione Europea e i cittadini, che chiedono la fine dell’austerità. Si impongono alla Grecia riforme sul lavoro o sul fisco, però si serve il boccone amaro della mancanza di fondi per uscire dalla crisi”.

Lo afferma Mara Mucci, deputata di Alternativa Libera, ospite oggi a “DiMattina”, in onda su RaiNews24. Secondo Mucci: “Podemos si colloca, con le sue politiche, nel campo ideologico della sinistra, entrando nelle istituzioni anche attraverso alleanze su programmi concreti: si veda il caso Madrid e l’accordo con il PSOE. Il MoVimento 5 Stelle no. Proprio questo aspetto, alla lunga, potrebbe essere fatale: l’incapacità di realizzare, in vista del cambiamento, accordi programmatici e pragmatici”.

In merito alla prossime elezioni regionali, la Mucci spiega: “Saranno un test non solo per il Governo, ma anche per le realtà fuoriuscite dai vari partiti: Tosi in Veneto, Civati in Liguria e Fitto in Puglia. Anche per questo sono interessanti”.

Condividi

Aggiungi un commento