F-16, Artini: “Il Governo chiarisca il rifornimento all’Egitto. È una vicenda gravissima”

F-16“Il Ministro della Difesa Pinotti, al termine dell’audizione sul Libro Bianco, ha sommariamente annunciato l’intenzione di fornire all’Egitto non meglio indicate parti per caccia F-16. Si tratta di un tipo di velivolo impiegato dalle forze aeree egiziane negli attacchi in Libia e in Yemen, condotti senza autorizzazione ONU.

Chiediamo al Governo di chiarire con la massima urgenza di che tipo di materiale si tratta e a quale scopo dovrebbe essere impiegato”.

Lo afferma Massimo Artini, deputato di Alternativa Libera e vicepresidente della Commissione Difesa, che spiega: “L’Egitto partecipa all’operazione ‘Tempesta Decisiva‘ lanciata dall’Arabia Saudita a marzo per contrastare, in Yemen, le milizie sciite Houti. Intervento che ha già causato oltre 1.400 morti, per la maggior parte civili.

Human Rights Watch ha denunciato l’impiego di bombe a grappolo, messe al bando dalla Convenzione di Dublino, da parte di forze aeree impiegate nell’operazione.

L’Egitto, inoltre, ha già effettuato unilateralmente interventi militari in Libia, rispetto alla cui crisi non mantiene una posizione neutrale, supportando l’esecutivo di Tobruk.

Per questo ho presentato una risoluzione in Commissione con cui si impegna il Governo a chiarire la vicenda, che appare gravissima, e a non trasferire armamenti o parti di sistemi d’arma all’Egitto, schierato in operazioni militari non autorizzate dall’ONU”.

Condividi

Aggiungi un commento