F35, Alternativa Libera sostiene la mozione di sfiducia di SeL al ministro Pinotti

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Il Governo non ha rispettato la volontà del Parlamento in relazione alla riduzione del programma F35, come dimostrano i dati forniti dal Documento programmatico pluriennale per la Difesa e dal Libro Bianco che, mancando della prospettiva strategica che dovrebbe essergli propria, non giustifica lo scopo dell’uso degli stessi F35.

Per questo le affermazioni del ministro Pinotti sono scollegate dalla realtà dei fatti e dei numeri. Più volte, attraverso atti in Commissione e in Aula, ho chiesto al Governo un chiarimento su questo programma rispetto a cui, nel settembre 2014, il Parlamento ha espresso chiaramente il suo indirizzo.

Anche le dichiarazioni odierne in merito all’uso dei caccia della Lockheed Martin risultano sorprendenti. Siamo tutti consapevoli del rischio rappresentato dal terrorismo globale, ma certo l’ISIS non si combatte con gli F35, bensì attraverso la diplomazia e i servizi di intelligence avanzati.

Alla luce di questo, sosteniamo la proposta di una mozione di sfiducia verso il ministro della Difesa avanzata da SeL”.

Lo afferma in una nota Massimo Artini, deputato di Alternativa Libera e vicepresidente della Commissione Difesa.

Condividi

Aggiungi un commento