Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in C:\inetpub\wwwsites\www.alternativalibera.org\web\wp-content\plugins\siteorigin-panels\inc\styles-admin.php on line 390 Forteto, AL: “Ok a mozione è primo passo”

Forteto, AL: “L’ok alla nostra mozione è il primo passo. Ora, commissione d’inchiesta”

Forteto AulaL’Aula della Camera ha approvato a maggioranza la mozione di Alternativa Libera a prima firma della deputata Eleonora Bechis che impegna il governo ad assumere ogni iniziativa di competenza per il controllo della cooperativa di Firenze, Il Forteto, affinché possa essere restituita alla destinazione originaria, accertando le responsabilità politiche al riguardo.

Infatti pochi giorni fa il Tribunale di Firenze ha condannato 16 dipendenti della cooperativa Il Forteto, a pene comprese tra 1 e 17 anni per violenze sessuali sui bambini che le venivano affidati dal Tribunale dei Minori. Dal processo – come si legge nel testo della mozione – è emerso il fatto che erano usuali e reiterati gli atti di violenza e di maltrattamenti ai danni dei bambini, garantiti dall’omertà e dal silenzio di chi conosceva i fatti, tra cui si segnalano particolarmente gli psichiatri e gli assistenti sociali, i quali hanno commesso ad avviso dei firmatari del presente atto di indirizzo numerosissime disattenzioni”.

L’approvazione della mozione rappresenta solo il primo successo di una battaglia che Alternativa Libera intende continuare. In parallelo alle iniziative che il governo dovrà assumere per il controllo della cooperativa Il Forteto,  Alternativa Libera chiede, come si legge nelle premesse della mozione, che venga predisposto un monitoraggio dell’intero sistema degli istituti denominati casa famiglia, al fine di prevenire abusi e reati che hanno connotato la vicenda in questione, a partire dalla costituzione di una Commissione di inchiesta parlamentare come da proposta presentata il 23 gennaio del 2014 (Doc. XXII n. 20 del 23 gennaio 2014) a prima firma Mucci.

Condividi

Aggiungi un commento