Giustizia, Turco: Non ci sono magistrati di serie B, il governo stabilizzi le toghe onorarie

“Il governo e il ministro Orlando vogliono trasformare definitivamente i magistrati onorari in giudici di serie B a tutti gli effetti, aggravare il loro carico di lavoro, farne dei lavoratori precari a tempo parziale, privi di tutele previdenziali e assistenziali per malattia, maternità e ferie.

Chiaramente il Guardasigilli ignora che è proprio grazie al lavoro, alla passione e al sacrificio di questi professionisti che la giustizia non implode e mantiene standard accettabili di qualità. Anni fa Orlando blaterava della necessità di una stabilizzazione della magistratura onoraria che superasse la precarietà e desse regole certe a questo fondamentale pezzo della giustizia e oggi la svilisce con una riforma che invece di tutelare, valorizzare e rafforzare oltre 5.000 magistrati il cui lavoro è fondamentale li condanna a restare precari.

Questa precarietà, che è anche insufficienza e incertezza retributiva, si tradurrà in uno scadimento della qualità del servizio e porterà al caos il sistema giustizia già oggi in grandi difficoltà per le scelte sbagliate di questo governo.

I magistrati onorari vanno stabilizzati, formati, responsabilizzati e adeguatamente remunerati se vogliamo restituire un briciolo di efficienza alla giustizia italiana. Tutti i professionisti del diritto meritano rispetto e dignità, non esistono magistrati di serie B. Alternativa Libera sta dalla parte degli uomini e delle donne della magistratura onoraria e il 16 febbraio sarà al loro fianco alla manifestazione davanti al ministero”.

Lo afferma Tancredi Turco, deputato di Alternativa Libera.

Condividi

Aggiungi un commento