Immigrazione, Artini: “Nessun cambiamento realizzato nell’Unione Europea”

Immigranti“Sul tema immigrazione non abbiamo registrato alcun cambiamento dall’ultima comunicazione del presidente del Consiglio. Anche oggi, non abbiamo colto alcun elemento di novità”.

Lo afferma Massimo Artini, deputato di Alternativa Libera e vicepresidente della Commissione Difesa, spiegando: “Non c’è alcuna inversione di rotta nell’Unione Europea, ad eccezione di un incremento del dispositivo navale da parte di alcuni Stati. Un lavarsi la coscienza, perché poi all’Italia spetta tutto l’onere dell’accoglienza.

Per questo il Governo deve accentuare la pressione sull’Europa non solo per gestire gli sbarchi, ma anche per la riallocazione dei migranti, tema che ha visto risposte contrastanti, per cui l’Italia sta accettando il “muro” eretto da Francia e Austria alle frontiere”.

Inoltre secondo Artini: “Il Governo deve insistere sull’armonizzazione dei procedimenti di assegnazione dello status di asilo e sulla creazione di uffici di valutazione nei paesi di transito o di origine. Deve essere realizzato, quindi, quanto raccomandato dalla Commissione europea al Consiglio sul reinsediamento dei migranti e sulla collaborazione degli Stati all’accoglienza, visto che la Commissione ha stanziato 50 milioni di euro per 2015 e 2016 per accogliere 20.000 persone e visto l’art.17 del regolamento Dublino III”.

Condividi

Aggiungi un commento