IMU Agricola, Mucci: “Ok a nostra mozione. Governo aggiorni i dati per chiarezza ed equità tributaria”

IMUHo presentato una mozione sul tema dell’IMU Agricola che ha avuto parere favorevole del governo ed è stata approvata dalla Camera. Si deve infatti ripristinare un sistema che valuti il valore effettivo dei terreni e, solo dopo, imporre tributi certi ed equi.

Abbiamo chiesto al Governo che sia avviata una revisione organica delle tariffe d’estimo stabilite sui terreni agricoli in base alla loro redditività e qualità effettive. I dati catastali, sui quali calcolare l’IMU da pagare, non sono infatti aggiornati.

Dal 2009, secondo l’ISTAT, la classificazione è invariata. Si devono prevedere esenzioni, poi, per agricoltori colpiti da calamità naturali o per terreni che hanno subito grave pregiudizio alla redditività.

Parliamo di una realtà composta da 2 milioni di imprese che producono il 9% del PIL, che arriva al 14%  considerando l’indotto, per un totale di circa 3,2 milioni di lavoratori in tutta la filiera. Si tratta di 25 miliardi di euro garantiti all’erario. Queste imprese non devono essere vessate.

Oggi, per altro, i loro ricavi non coprono più gli oneri tributari e i costi di produzione cui devono far fronte: il loro livello di produttività è fermo al 2005. Per questo è indispensabile intervenire.

Guarda il video dell’intervento di Mara Mucci.

Condividi

Aggiungi un commento