Italicum, Rizzetto: “Serve per comandare, ma non è una priorità del Paese”

Rizz“Alternativa Libera ha votato no all’Italicum, scegliendo di restare responsabilmente in Aula fino alla fine, perché questo è il nostro dovere.

È una legge che non ci piace: adatta a comandare, ma non a governare. Eravamo contrari ai capilista calati dall’alto, alla mancanza di una soglia d’accesso al secondo turno e al ballottaggio, alle candidature plurime.

È una legge cucita addosso al premier e al suo partito. Eppure questo tema non interessa alle persone, perché la disoccupazione giovanile, arrivata al 43%, ha purtroppo più consensi di Renzi.

Perché le PMI faticano a reperire finanziamenti. Perché devono essere restituite ai cittadini parte delle pensioni illegittimamente sottratte, come stabilito dalla Corte Costituzionale. Questi sono i problemi reali del Paese su cui, anche in Aula, abbiamo sollecitato il Governo”.

L’ha affermato Walter Rizzetto, deputato di Alternativa Libera, intervenendo al programma Agorà in onda su Rai 3.

Guarda qui sotto il video dell’intervento di Walter Rizzetto ai microfoni di Agorà.

Condividi

Aggiungi un commento