Arresto sindaco di Lodi, AL: “Renzi parli di meno e segua le indicazioni di Cantone sugli appalti”

Il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, dopo l’arresto del sindaco di Lodi, parla di questione morale che interessa tutti i partiti ma non si preoccupa delle parole di Raffaele Cantone che invita il Parlamento a modificare la legge sulla Buona Scuola che affida ‘appalti in deroga alla disciplina nazionale ed europea sugli appalti, sottraendo al libero confronto concorrenziale commesse pubbliche anche di rilevanza comunitaria, per un ampio arco temporale e su tutto il territorio nazionale’.

Se il premier ha realmente a cuore la legalità sarebbe opportuno che provvedesse a recepire immediatamente il contenuto del parere dell’Anticorruzione sull’affidamento del servizio di pulizia delle scuola pubbliche, dal momento che si tratta di appalti miliardari che sono già incorsi anche nelle censure dell’Antitrust”.

Lo affermano i deputati di Alternativa Libera: Massimo Artini, Marco Baldassarre, Eleonora Bechis, Samuele Segoni e Tancredi Turco.

Condividi

Aggiungi un commento