Minori, Bechis: In Italia ne scompaiono 28 ogni giorno, senza una regia unica è impossibile tutelarne i diritti

MinoriEleonora Bechis, deputata di Alternativa Libera e membro della Commissione bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza, interverrà oggi al dibattito “Pace e Diritti umani”, che si terrà alle 17:00 nella Sala Brigida di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano.

Il momento di incontro e discussione, organizzato dalla Universal Peace Federation in collaborazione con la Federazione delle Donne per la Pace nel mondo, rappresenta una tappa di avvicinamento alla Giornata mondiale per i diritti umani del 10 dicembre.

L’Italia non è un paese di Pace, almeno per quanto riguarda i minori italiani e non”, dichiara Bechis, sottolineando ancora che “l’Italia si trova oggi a dover tutelare i minori presenti sul proprio territorio con mezzi inadeguati che vengono implementati in modo disorganico e con un’ottica emergenziale priva di una visione strutturale di lungo respiro”.

“In un documento redatto dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Italiana – prosegue l’esponente di Alternativa Libera – viene evidenziato come nel nostro paese gli enti e gli organismi che operano nel campo dei minorenni siano tanti e privi di una chiara regia nazionale con una visione netta dell’infanzia e dell’adolescenza verso cui il paese tende”.

“La situazione – conclude – si aggrava ancor di più se consideriamo che in Italia 28 minori migranti non accompagnati svaniscono giornalmente nel nulla, nonostante siano stati stanziati 170 milioni per il solo periodo 2016-2017 al Fondo per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati”.

La proposta che Bechis lancerà all’incontro di Palazzo Marino è quella di aprire un tavolo tecnico di lavoro al fine di stilare un documento di indirizzo da presentare al Parlamento per chiedere di dotare le politiche per l’infanzia e l’adolescenza di una governance unica, snella, solida e con una visione definita di lungo respiro capace di puntare anche alla prevenzione; riorganizzare le risorse vincolandole alle politiche per i minori e creare un raccordo tra i luoghi di elaborazione delle politiche e quelli di assegnazione delle risorse.

Condividi

Aggiungi un commento