Orbetello, Segoni: “Senza azioni tempestive, la stessa sorte della laguna toccherà al resto d’Italia”

Orbetello“Mi chiedo come si faccia a dire che si segue con preoccupazione la vicenda di Orbetello quando poi, nei fatti, non si fa nulla per promuovere un sistema che contrasti il surriscaldamento terrestre.

Bisogna riconoscere che questi episodi sono legati al clima impazzito e devono essere lo stimolo per agire speditamente con il piano di mitigazione ed adattamento, fornendo aiuti urgenti al tessuto economico in crisi”.

Lo scrive Samuele Segoni, deputato toscano di Alternativa Libera, su Facebook commentando le parole del Ministro Galletti riguardo alla moria di pesci nella laguna di Orbetello e annunciando un’interrogazione parlamentare sul caso.

“Se continuiamo di questo passo – aggiunge Segoni – dovremo adattarci a mangiare meduse invece che orate. Gli habitat lagunari sono gli ecosistemi più fragili, quindi quelli che per primi stanno pagando il conto. Dopo loro toccherà a tutto il resto d’Italia. – ed afferma – La maggioranza, in chiacchiere, dice di voler contrastare i cambiamento climatici, poi ieri in aula ha affossato la parte di mozione in cui chiedevo di proporre in sede internazionale un accordo per contenere il  riscaldamento globale entro 1.5°C, mentre ha accettato il limite di 2°C. Questo è considerato da molti scienziati come un compromesso al ribasso, che non mette al sicuro da scenari disastrosi.

L’ulteriore assurdità – conclude – è stata negare la mia richiesta di iniziare a finanziare la strategia nazionale di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici già con la prossima legge di stabilità. Della serie: disponibilissimi a parole, ma ai fatti ci pensi qualcun altro, un’altra volta”.

Condividi

Aggiungi un commento