Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in C:\inetpub\wwwsites\www.alternativalibera.org\web\wp-content\plugins\siteorigin-panels\inc\styles-admin.php on line 390 Partecipate, AL: "Sventato tentativo governo di indebolire Corte dei Conti"

Partecipate, Alternativa Libera: Sventato il tentativo del governo di indebolire Corte dei Conti

Corte dei ContiSventato il tentativo del Governo di sottrarre alla Corte dei Conti il controllo sulle società in-house.

La norma, inizialmente contenuta nell’articolo 12 dello schema di decreto legislativo recante il testo unico in materia di società a partecipazione pubblicapuntava a togliere ai giudici contabili il controllo sulle società possedute dagli enti locali, tra cui le cosiddette in-house, che in molti casi sono dei veri e propri buchi neri che assorbono centinaia di milioni di euro prelevati direttamente dalle tasse dei cittadini.

Il Governo puntava ad affidare tali controlli al giudice ordinario civile che, però, si può attivare solo su istanza degli stessi organi della società, cioè di coloro che hanno prodotto il danno. In buona sostanza, tale mossa avrebbe cancellato di fatto la possibilità di condannare per danno erariale gli amministratori e i politici che gestiscono male od omettono di controllare le società possedute dallo Stato.

Alternativa Libera ha condotto una dura battaglia per evitare che alla Corte dei Conti, che è la magistratura deputata a tutelare i soldi pubblici, fosse impedito di svolgere questi controlli e alla fine ce l’abbiamo fatta.

Il governo ha dovuto riscrivere l’articolo 12, prevedendo che i giudici contabili continuino ad esercitare la loro giurisdizione in materia di danno erariale sulle società in-house”.

Lo affermano i deputati di Alternativa Libera: Massimo Artini, Samuele Segoni, Eleonora Bechis, Marco Baldassarre e Tancredi Turco.

Di seguito, un breve “storico” degli articoli pubblicati dalle principali testate giornalistiche che hanno raccontato, settimana dopo settimana, la battaglia combattuta da Alternativa Libera

Condividi

Aggiungi un commento