Riforma Pubblica Amministrazione: sì del Governo a tre ordini del giorno di Alternativa Libera

CameraSono stati accolti tre ordini del giorno al disegno di legge di Riforma della Pubblica Amministrazione presentati da Alternativa Libera e sui quali il Governo aveva espresso parere favorevole.

Il primo, a firma dell’on. Samuele Segoni, impegna il Governo a valutare la possibilità di adottare le opportune iniziative, anche a livello normativo, per estendere anche alle Università le disposizioni previste dal provvedimento a favore degli Enti Pubblici di Ricerca.

Il secondo, a firma dell’on. Sebastiano Barbanti impegna il Governo a valutare l’esigenza di adottare le opportune iniziative, anche a livello normativo, che prevedano specifici meccanismi di selezione, formazione e attribuzione degli incarichi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, fermo restando il rigoroso rispetto dei principi di legalità, trasparenza e accesso tramite pubblico concorso.

Il terzo, a firma dell’on. Mara Mucci, impegna il Governo a dare attuazione ai principi direttivi circa l’ottimale misurazione della performance dei dirigenti della Pubblica Amministrazione, dando particolare importanza al momento della valutazione dei risultati in modo tale che l’azione delle pubbliche amministrazioni risulti tesa all’obiettivo, attenta alla qualità dei servizi, per garantire un’amministrazione efficiente, efficace, economica e quindi responsabile e trasparente nei confronti della collettività.

Il Governo, inoltre, ha dato parere favorevole e ha accolto gli ordini del giorno tramutati in raccomandazioni a firma degli onorevoli Eleonora Bechis, Walter Rizzetto, Tancredi Turco e Aris Prodani.

Condividi

Aggiungi un commento