Rostellato lascia AL. Mucci, Barbanti e Molinari: “Crediamo nel nostro progetto politico”.

imageAlla luce della giornata degli eventi della giornata di ieri, giovedì 30 aprile, è opportuno effettuare un riassunto di chiarificazione. L’inatteso addio di Gessica Rostellato ad Alternativa Libera per entrare nel Partito Democratico ha rappresentato, per noi, un passaggio delicato ed importante.

Questo il comunicato diffuso da tutti i parlamentari di Alternativa Libera, subito dopo la decisione della deputata:

Ringraziamo Gessica Rostellato per l’intenso cammino politico compiuto insieme fino ad oggi. Il suo apporto, anche sotto il profilo umano, è stato importante per Alternativa Libera. Le auguriamo un grande in bocca al lupo per la sua attività parlamentare che proseguirà all’interno del Partito Democratico”.

Una decisione certamente non indolore che, però, ha dato il via libera ad una reazione a catena, la quale è culminata con la notizia di un’imminente diaspora all’interno di Alternativa Libera.

Alle 17:59 si inizia a battere questa notizia: “È solo questione di tempo, stando ai rumors di Montecitorio. Dopo i casi di Tommaso Currò e Alessio Tacconi e, oggi, di Gessica Rostellato. Potrebbero approdare al PD anche Sebastiano Barbanti e Mara Mucci. Anche loro, come Rostellato, iscritti ad Alternativa Libera, componente del misto nata da una costola del M5S. Oggi, dopo il passaggio di Rostellato tra le file dem, chiarimento nel cortile di Montecitorio tra gli ex grillini. Qualche muso lungo, anche se il capogruppo Walter Rizzetto sorride e assicura che non c’è alcun problema. Ma altri, a quanto pare, potrebbero presto ingrossare il gruppo del PD. Non solo alla Camera ma anche al Senato: fonti autorevoli riferiscono che anche l’ex M5S Francesco Molinari potrebbe aderire al gruppo del PD”.

Una notizia che lascia di stucco perfino i diretti interessati, ritrovatisi nel giro di qualche minuto dal dire “NO” all’Italicum alla Camera ad improvvisi sodali di Renzi. Passano pochi minuti per la smentita della notizia, a firma Barbanti, Molinari e Mucci: “Siamo in Alternativa Libera perché crediamo in questo progetto politico. Dunque non corrisponde a verità la notizia, che sta circolando, di un nostro prossimo ingresso nel Partito Democratico”.

Poche righe per riassumere una giornata così non sono sufficienti. Comunque bastano per sottolineare come, nonostante la perdita di Gessica Rostellato, Alternativa Libera prosegua unita e compatta lungo la sua strada per concretizzare in Aula e sui territori il proprio progetto.

Condividi

Aggiungi un commento