Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in C:\inetpub\wwwsites\www.alternativalibera.org\web\wp-content\plugins\siteorigin-panels\inc\styles-admin.php on line 390 Una testa, un voto - Alternativa Libera

Una testa, un voto

La Democrazia è una cosa seria. Votare è un diritto. Votare è un dovere.

I cittadini italiani sanno bene che il Parlamento è composto da 945 parlamentari di cui 630 deputati e 315 senatori.

Questo significa che ogni parlamentare italiano rappresenta circa 60mila abitanti del nostro paese. Delegare è quindi indispensabile.

Le modalità con cui i parlamentari verranno scelti è fondamentale, poiché, tanto più saranno vicini alla realtà territoriale in cui sono stati eletti e più i cittadini potranno “controllarne” l’operato.

I parlamentari, i consiglieri comunali e gli attivisti di Alternativa Libera hanno ben chiaro che il compito di rappresentare il popolo, indipendentemente dal livello dell’istituzione in cui sono stati eletti, è una grande responsabilità in quanto non mantenere gli impegni presi corrisponde a tradirne la fiducia espressa nel voto.

Scegliere chi delegare è l’opportunità democratica che spinge l’elettore a partecipare al voto. Se questi ipotizza che le persone alle quali vorrebbe affidare la propria delega non entreranno in parlamento per una soglia di sbarramento (3?, 5?, 8?, X?) e che i futuri eletti verranno scelti dai partiti e non dalle preferenze espresse dai cittadini, molto probabilmente rinuncerà ad esercitare il suo diritto/dovere di votare alimentando così il più grande partito italiano: Il partito dell’astensione.

Non ci sorprende che il Partito Democratico con il suo leader Renzi punti ad avere sempre più cittadini disinteressati alla politica (ci aveva già provato con la riforma costituzionale bocciata con lo scorso referendum), ma ci sbalordisce pensare che il Movimento 5 Stelle, entrato in parlamento per ridare la voce al popolo gridando nelle piazze “una testa un voto”, punti invece adesso ad eliminare la rappresentanza di una parte di cittadini oltre a concordare con PD e Forza Italia le modalità con cui bloccheranno le liste dei candidati.

Una metamorfosi che umilia tanti e tanti cittadini che hanno sperato in un rinnovamento della Politica e che per questo avevano iniziato il loro impegno politico.

Siamo sempre più fieri di proseguire questo impegno con Alternativa Libera.

Condividi

Aggiungi un commento