Truffa blindati, Artini: “Usare i tribunali militari per avere delle sentenze rapide”

militari“L’inchiesta della Procura di Roma, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di sei ufficiali dell’Esercito Italiano per una presunta truffa che avrebbe portato il nostro contingente militare in Afghanistan ad utilizzare mezzi di trasporto con una blindatura inefficace, serva per ripensare il codice militare.

Negli ultimi anni abbiamo visto crescere il numero di militari che si macchiano di reati come la concussione e la truffa, ma a causa della cronica lentezza della magistratura ordinaria le sentenze tardano ad arrivare.

Per questo sarebbe opportuno che il Parlamento considerasse l’idea di modificare il codice di procedura militare di pace, estendendo la giurisdizione dei tribunali militari anche ai reati contro la pubblica amministrazione. Una tale modifica sarebbe in grado di accelerare notevolmente i tempi processuali visto che la magistratura militare non è al collasso come quella ordinaria”.

Lo afferma il vicepresidente della Commissione Difesa della Camera, Massimo Artini, deputato di Alternativa Libera.

Condividi

Aggiungi un commento